Per la morte di Angela Scibilia condannati 3 medici

   
   
Martedì 12 Maggio 2009 19:41

REGGIO CALABRIA - Tre medici in servizio nella clinica Villa Elisa di Cinquefrondi (Reggio Calabria) sono stati condannati per omicidio colposo dal tribunale di Palmi a conclusione del processo per la morte di Angela Scibilia, di 23 anni, incinta di tre mesi, deceduta il 3 marzo dello scorso anno. La sentenza e’ stata emessa al termine del processo celebrato con il rito abbreviato. Il gup di Palmi ha condannato a tre anni e quattro mesi di reclusione i medici Sergio Pedulla’ e Tommaso Pinto e a due anni Antonio Furci. Il giudice, a conclusione del procedimento, ha accolto integralmente solo per Pinto e Pedulla’ le richieste avanzate dal pm, che aveva chiesto per tutti e tre gli imputati tre anni e quattro mesi. Angela Scibilia, originaria di Seminara (Reggio Calabria), era stata ricoverata nella clinica Villa Elisa, dove lavorava il ginecologo che l’aveva in cura. La donna era stata trasferita dopo alcuni giorni nell’ospedale di Polistena, dove era poi deceduta.