Caro amore mio, ti riporto uno dei tanti pensieri che ogni giorno tante persone lasciano per te. Ci manchi tanto un bacione tuo per sempre Domenico.

CARA ANGELA,

SE TU FOSSI ARIA, IO TI RESPIREREI, PER RUBARE UN PO’ DEL TUO BRIO.SE TU FOSSI AQUA,IO TI BERREI,PER DISSETARMI CON LA TUA ALLEGRIA.SE TU FOSSI VENTO,IO TI ABBRACCEREI,PER ACCHIAPPARE LA  TUA SEMPLICITA’.

DOLCE ANGELA,NON SEI TUTTO QUESTO,SEI MOLTO DI PIU’,OGGI TI IMMAGINO COME QUEL TIMIDO RAGGIO DI SOLE, CHE FA CAPOLINO TRA LE NUVOLE,DOPO UN BRUTTO TEMPORALE E IMPROVVISAMENTE ILLUMINA TUTTO E TUTTO SCALDA.                                                                                                                          PICCOLA ANGELA,                                                                                                                                                                                                                     PER SCALDARE I CUORI DEI TUOI CARI,LO SAI, DOVRAI SPLENDERE ANCORA DI PIU’ E VINCERE SUL LORO DOLORE, QUEL DOLORE CHE LI LASCIA SOSPESI TRA MILLE “PRECHE’”,CHE LI ADDORMENTA LA SERA E LI  SVEGLIA AL MATTINO, CHE QUASI LI SOFFOCA, CHE LENTO CONSUMA I LORO GIORNI SEMPRE UGUALI, QUEL DOLORE CHE SI VEDE IN QUELLO SGUARDO COSI’ DISPERATO E STANCO DI TUA MADRE, CHE FISSA UN PUNTO E IN REALTA’ NON GUARDA NIENTE. QUANTO E’ AMARO QUELLO SGUARDO, CHE ANCH’IO CONOSCO. DOVRA’ PASSARE TANTO TEMPO,PRIMA CHE IL SOLE FACCIA DI NUOVO CAPOLINO DENTRO IL SUO CUORE, MA TU INTANTO, MI RACCOMANDO, NON TRAMONTARE, CONTINUA A SPLENDERE.